vendi il tuo PC
vendi il tuo PC
I videogiocatori fanno causa a Microsoft in tribunale negli Stati Uniti per fermare l’acquisizione di Activision
Condividi:


I videogiocatori fanno causa a Microsoft in tribunale negli Stati Uniti per fermare l'acquisizione di Activision Microsoft Corp è stata colpita martedì da un tribunale degli Stati Uniti con una causa legale per consumatori privati ​​in cui si afferma che l'offerta da 69 miliardi di dollari della società tecnologica per l'acquisto del produttore di "Call of Duty" Activision Blizzard Inc sopprimerà illegalmente la concorrenza nel settore dei videogiochi. 

La denuncia presentata al tribunale federale della California arriva circa due settimane dopo che la Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha intentato una causa presso un giudice di diritto amministrativo cercando di impedire a Microsoft, proprietaria della console Xbox, di completare la più grande acquisizione di sempre nel mercato dei videogiochi .

La causa privata chiede anche un ordine che impedisca a Microsoft di acquisire Activision. È stato depositato per conto di 10 giocatori di videogiochi in California, New Mexico e New Jersey.

L'acquisizione proposta darebbe a Microsoft "un potere di mercato enorme nel settore dei videogiochi", affermava la denuncia, "con la capacità di precludere i rivali, limitare la produzione, ridurre la scelta dei consumatori, aumentare i prezzi e inibire ulteriormente la concorrenza". Un rappresentante di Microsoft non ha commentato immediatamente martedì. Dopo che la FTC ha citato in giudizio, il presidente di Microsoft Brad Smith ha dichiarato: "Abbiamo piena fiducia nel nostro caso e accogliamo con favore l'opportunità di presentare il nostro caso in tribunale".

In una dichiarazione, l'avvocato dei querelanti Joseph Saveri a San Francisco ha dichiarato: "Poiché l'industria dei videogiochi continua a crescere ed evolversi, è fondamentale proteggere il mercato da fusioni monopolistiche che danneggeranno i consumatori a lungo termine". I querelanti privati ​​possono intentare azioni antitrust presso il tribunale statunitense, anche mentre è pendente un caso relativo a un'agenzia statunitense.

L'acquisizione, annunciata a gennaio, deve affrontare anche il controllo dell'antitrust nell'Unione europea. La FTC in precedenza aveva affermato di aver citato in giudizio per impedire a "Microsoft di ottenere il controllo su uno dei principali studi di gioco indipendenti". L'agenzia ha affermato che la fusione danneggerebbe la concorrenza tra le piattaforme di gioco rivali di Nintendo Co Ltd e Sony Group Corp.

Prodotti in Offerta
Ultimi Arrivi
Blog Rinovo
l11
Stanco del tuo PC? Noi lo compriamo!
Valutazione gratuita in pochi step
Configura il tuo Pc
Tag